Salvore

Entrando in Istia da nordovest, la prima località in cui vi imbatterete è Salvore, ubicata sulla punta dell'omonima penisola. Questo piccolo paesino di pescatori vanta una storia piuttosto ricca. Il suo nome viene infatti menzionato per la prima volta già nel 12° secolo, mentre, stando ai resti archeologici ritrovati nei dintorni, questo territorio sarebbe stato abitato sin dall'età della pietra.

La sua costa frastagliata e perlopiù rocciosa è caratterizzata da numerose piccole spiagge sabbiose ed è circondata da una rigogliosa vegetazione mediterranea ricca di piante di alloro, palme, diverse specie di arbusti sempreverdi, pini e cipressi. Grazie all'aria che si respira in quest'area, con una concentrazione ideale di aerosol vegetale e marino, il clima di Salvore è in grado di stimolare e favorire il benessere fisico. Tale caratteristica era nota già in epoca austroungarica. D'altronde, il turismo di questa località si è originariamente sviluppato proprio nell'ambito del benessere.

Una leggenda racconta le origini del suo nome: Otto, figlio dell’imperatore tedesco Barbarossa, impegnato in una battaglia navale nei pressi di Salvore, svoltasi nel 1177 e combattuta contro le flotte riunite del papa Alessandro III, tentò di ripararsi in una cisterna. ‘Salvo re’ divenne, così, il toponimo di Salvore, ovverosia di Savudrija.

Oggigiorno però l'offerta di Salvore e delle località nei dintorni va ben al di là del clima salubre. Quest'area è infatti l'ideale non solo per coloro che desiderano unicamente rilassarsi, abbronzarsi e nuotare nel mare, bensì anche per i turisti in cerca di un soggiorno attivo e adrenalinico. Le piste ciclabili accanto ai numerosi monumenti risalenti all'epoca romana, così come i sentieri per il trekking o lo jogging, il tenis,le immersioni subacquee e il golf sono solo una parte della ricca offerta turistica di Salvore.

Il mare antistante la penisola di Salvore offre condizioni ottimali per praticare windsurf: venti praticamente costanti, facile accesso al mare e una temperatura più che gradevole. La parte più interna della penisola, caratterizzata da acque più tranquille, sarà il terreno ideale per i principianti, mentre gli atleti più abili potranno testare le proprie capacità in mare aperto, facendosi trasportare dalle forti raffiche del vento di tramontana. Il più antico faro dell'AdriaticoLa penisola di Salvore vanta anche un ricco patrimonio culturale, queto anno compie i suoi 200 anni.

Zambratia

Piccolo paese situato a 3 km da Salvore e  5 da Umago. Nel medioevo era di proprietà della famiglia Brati e della famiglia Rota. Nel centro del paese e situata la cappella Santa Maria Magdalena, ristrutturata nel 1752. Oggi Zambratia a cca 400 abbittanti, ed e conosciuta come località turistica, con diverse spiagge, sabbiose e rocciose, ristoranti, beach bar ed un piccolo porticciolo, località con tramonti favolosi.